Latest Entries »

ho la netta sensazione di aver buttato letteralmente un anno e mezzo della mia vita….

e non lo chiamerei standby… questo è spreco puro

standby l’ho considerato il primo lockdown…. vissuto in quasi completo isolamento…salvo le uscite per andare a procacciare cibo al supermercato…. (ho ancora l’ansia al pensiero delle due ore di fila a mantenere a distanza con la gente)… poi è arrivata la fase “stordimento e ansia e sensi di colpa”, lo stordimento ce l’ho ancora… soprattutto quando entro in in negozio abbastanza piccoli…. cominciano a venirmi i giramenti di testa e stati di ansia e dimentico puntualmente cosa comprare… infatti ho cominciato a portarmi in giro liste della spesa manco avessi 80 anni e l’alzheimer, però ero più produttiva nel campo lavorativo… anzi non direi produttiva ma creativa… ho cercato nuove cose, mi sono cimentata in nuove tecniche, ed sono uscite fuori buone idee e progetti…

subito dopo (verso l’estate) è arrivata la fase “liberi tutti”….ci sono stati gli allentamenti delle restrizioni e la gente sembrava impazzita, io ho cercato di riprendere la mia routine quotidiana senza strafare (con le giuste precauzioni)

poi è cominciata la fase decadente…. non ho saputo reagire nel modo giusto agli avvenimenti…(l’infortunio di agosto, un mese costretta materialmente in casa, mi ha fatto crollare psicologicamente) più altre batoste familiari (covid e non) soprattutto verso la fine dell’anno e i primi di gennaio (motivo dell’assenza)

il secondo lockdown l’ho vissuto peggio psicologicamente…anche se le uscite erano più frequenti sono cominciati gli stati di ansia per il futuro e la perdita del sonno che hanno logicamente portato a grandi stati di nervosismo e la povera Mavi ne ha subito le conseguenze, soprattutto all’inizio… la veterinaria le ha diagnosticato un disturbo del comportamento e me ne sono accorta perchè ad un certo punto ha cominciato a strapparsi i peli dal fianco da sola, mi ha consigliato degli ansiolitici ma ho preferito non darglieli perchè l’avrebbero intontita , anche se adesso le cose sembrano migliorate… a giorni alterni andiamo a fare lunghe passeggiate di almeno un’oretta…. che fanno bene a lei ed anche a me (camminare scarica lo stress),tempo e lavoro permettendo…

il lavoro è l’altro tasto dolente… praticamente tutto fermo (la ditta per la quale lavoro vive soprattutto di fiere)e quindi sto praticamente fluttuando…in attesa di tempi migliori….

mentre nel primo lockdown mi sono dedicata alla pulizia della casa in modo maniacale e nella cucina (non so nemmeno quanti kg ho messo su, che sto cercando di smaltire anche con le passeggiate) quest’anno, cane permettendo, mi sono dedicata al giardinaggio…. ho piantato semi di girasoli, creste di gallo, mimosa pudica e persino melanzane e zucca quindi conto per agosto di avere un bel terrazzo fiorito

ho scoperto che il giardinaggio di rilassa… avessi solo più spazio avrei aggiunto anche altre piante… ma non posso allargarmi troppo… per ora ho diviso le balconate in lato soleggiato piante grasse e piante sopra citate, mentre dall’altro lato ho due terrazzini più piccoli e ombreggiati dove ho calle, aloe vera (che quest’anno mi ha regalato un fiore dopo ben 5 anni di attesa) rose del deserto, due gelsomini e vari bulbi di gigli oltre alle immancabili piantine di basilico (spero di riuscire a fare un pò di pesto quest’anno) menta e rosmarino.

Cerco di tirarmi su con qualsiasi cosa….forse non è tutto spreco….ma la sensazione a volte è quella!!!!!

ci sono ma non ci sono….

o meglio….sono viva…ma non ho “voglia” di scrivere di questo anno di merda…che non poteva finire peggio…

sono tornati gli attacchi di panico….

ansia… stress… carenza di sonno… depressione…che nemmeno Mavi è riuscita a farmi passare…

mi prendo una pausa…metto in sesto quel che riesco della mia vita… e attendo tempi migliori…per me…ma anche per tutti…. ma soprattutto per me…

8 mesi e nuovo dpcm

Mavi e il decreto dpcm: dopo 24 ore di zona rossa della mia stanza (causa mordicchiamento coperte) con divieto assoluto di entrata… transito… E soprattutto pernottamento…

Stamattina, siamo passati in zona arancione…. Si può entrare mantenendo il giusto distanziamento da cose proibite (piumone, copriletto e soprattutto cuscini) fino alle ore 22.00…

Dopo tale orario scatta il coprifuoco.

Sbarra all’entrata della camera con foto intimidatoria di De Luca.

Ognuno nella propria stanza fino alle 7.00 del mattino successivo

tanti auguri Satana!

vita con Mavi

e che vita… impegnativa…taaaanto impegnativa….

questo cane deve essere posseduto… un po’ cane… un po’ Satana…

progetti per il futuro

questo più che un anno bisesto sembra l’apocalisse….

(io ce la sto mettendo tutta)

perchè la pandemia era troppo poco per questo 2020 di merda….

e alla fine arriva Mavi…

un po’ cane….

un po’ ranocchia….

ma voi…

…quando passate di qua (io vi osservo)…

… esattamente….

… cosa sperate di trovare?????

(sinceri eh)

Non esistono amori felici

Nulla appartiene all’uomo Né la sua forza
Né la sua debolezza né il suo cuore. E quando crede
Di aprire le braccia la sua ombra è quella di una croce
E quando crede di stringere la felicità la stritola
La sua vita è uno strano e doloroso divorzio 
Non esistono amori felici

La sua vita somiglia a quei soldati disarmati
Ch’eran stati preparati a un diverso destino
A che può servire che s’alzino al mattino
Loro che si ritrovano la sera sfaccendati incerti
Dite queste parole Mia vita E trattenete le lacrime
Non esistono amori felici

Mio amore bello mio caro amore mia lacerazione
Ti porto in me come un uccello ferito
E quelli senza capire ci guardano passare
Ripetendomi dietro le parole che ho intrecciato
E che per i tuoi grandi occhi così presto morirono
Non esistono amori felici

Il tempo per imparare a vivere è già passato
Piangano nella notte i nostri cuori all’unisono
Quanta infelicità per la più piccola canzone
Quanti rimpianti per scontare un fremito
Quanti singhiozzi per un accordo di chitarra
Non esistono amori felici

Non esistono amori che non siano dolore
Non esistono amori che non strazino
Non esistono amori che non lascino il segno
E non più che di te l’amor di patria
Non esistono amori che non si nutrano di pianto
Non esistono amori felici
Ma è il nostro amore di noi due

(Louis Aragon)

*la mia quarantena con le serie turche mi porta a questo…fatemi uscire!!!!!*

attenti a cosa desiderate

Signore, esattamente quando ti ho chiesto un pò di riposo…

non intendevo mica una pandemia!!!!!!

(effetto quarantena)

posso dirlo mettendoci la mano sul fuoco…

ho la fortuna di averne una che da quando sto in crisi (anche da prima, però si dice che quelli veri li vedi nel momento del bisogno) non mi ha mollata un secondo…anche quando ero scostante all’eccesso….

lei è mia sorella… quella che non ho avuto di sangue, ma che ho scelto…

premessa: io e lei siamo nate lo stesso giorno… ma con anni di differenza.

siamo praticamente cresciute insieme anche se abbiamo preso strade diverse… lei si è sposata giovane, fa la mamma, è felice….ed io invece continuo a fare cazzate come se non ci fosse un domani.

però lei mi capisce… si diverte anzi ci divertiamo …e calma i miei eccessi…

come direbbe mia mamma “tenite ‘a stessa capa” (avete la stessa testa)

cmq lei è quella che mi porterà a istanbul un giorno (dice a giugno….ma ci credo poco…abbiamo un compleanno da recuperare)

è quella che poco fa mi manda questa foto dicendomi ” te la regalo così la usi come divisa al lavoro (sa dei miei rapporti conflittuali coi capi)

vita con Ugo

Premessa : sono viva.

Ho aspettato un pò prima di scrivere perchè volevo cominciare il 2020 con una bella notizia (non racconto solo guai, suvvia!)

Le feste natalizie che solitamente non mi piacciono tanto, sono passate abbastanza tranquilli nonostante i presupposti non facessero sperare nulla di buono.

Per scelta personale quest’anno ho scelto di non fare l’albero… un po’ perchè logisticamente era difficile trovargli una posizione che non fosse di intralcio al passaggio, con problemi vari per fili e cose del genere, un po’ perchè sinceramente di passare il folletto ogni volta che gli passavi attorno era decisamente stressante… ma ragione più forte di tutte….era che non avevo voglia di festeggiare un anno che per me nonostante tutto non è stato dei migliori…..(facciamo conto che vale solo la prima parte della terza ragione ….cioè non avevo voglia!)

Dicono che il modo migliore per esorcizzare le paure sia di “fartele amiche”.

Ho deciso di chiamare la “palla” che alberga in me UGO e visto che tempo fa avevamo fatto un patto, cioè io lo lascio convivere con me senza chiedergli metà dell’affitto di casa e delle bollette se lui faceva il bravo e mi dava un po’ di tregua….ed effettivamente è stato di parola…anzi si è anche superato…perchè ha deciso di occupare meno spazio di quanto facesse prima…che detta così non si capisce se è una bella notizia …ma lo è, fidatevi!

Sto pensando da un bel po’ di prendere un animale… la casa è troppo vuota…sono passati 2 anni e mezzo da quando Layla se nè andata e il pensiero di una compagnia pelosa è bella forte…. devo solo sistemare un altro paio di situazioni personali…

L’idea è di prendere un cane (maschio stavolta) già adulto ma giovane …o da un canile o cmq da strada… un bel pittbull che chiamerò TATONE.

ritorno alla normalità

Sto cercando di riprendere la vita di prima…

Faccio ancora un pò di difficoltà… però al lavoro (tutti e due) hanno capito… o meglio mi hanno vista (ultimamente devo avere la faccia un po’ sbattuta) e sono tutti molto comprensivi nei miei confronti….

Non so se questa sia una cosa buona… non posso incazzarmi con loro… (dovrò trovare qualche soluzione in merito)

Sto cercando anche di riprendere le vecchie abitudini (chiamarli hobby ormai è fantascienza): qualche film… pochissime serie (ho difficoltà di attenzioni ultimamente) e la mia ormai famosa” bolla turca” (quella non mi passa per esempio)

Ho un compleanno da recuperare…devo rimettere ancora in piedi dei pezzi…ma sono fiduciosa

I controlli sono andati bene… resta un esame da fare a gennaio….però tutto sommato diciamo che mi sento “bene” (ho ancora giornate no, però tutto nella norma)

Mi sono lasciata il peggio alle spalle…per ora… devo riprendere il ritmo….

Ho letto da qualche parte che non tutte le tempeste arrivano per distruggerti la vita, ma alcune servono a pulire il tuo cammino…

Io non ho fatto terra bruciata, ma ho semplicemente capito chi deve esserci…e chi invece deve allontanarsi…

Ora merito un pizzico di serenità.